Sanificazione nelle scuole: come e quando è obbligatoria?

Uno degli ambienti che necessitano maggiormente della sanificazione è rappresentato dalle scuole, dato che nei mesi della frequenza scolastica all’interno di aule, corridoi, sale mensa ed uffici, circola circa un sesto dell’intera popolazione italiana.

Il problema della sanificazione nelle scuole è divenuto ancora più importante con l’avvento del coronavirus. L’ambiente “scuola” è inoltre un ambiente “dinamico” visto che al suo interno sono presenti sia gli studenti che gli insegnanti, ma anche il personale ATA e lavoratori di ditte esterne, specialmente quando si svolge il servizio mensa, ed i familiari degli studenti. Per questo è necessario che la sanificazione delle scuole sia condotta con grande applicazione, in modo da garantire la sicurezza.

Sanificazione scuola: come gestirla in sicurezza?

Questo tema è stato discusso per vari mesi prima del momento della riapertura delle scuole e per evitare maggiori problemi le lezioni in presenza sono state regolate da diverse disposizioni che tenevano conto del diverso grado di contagio delle regioni italiane. L’obiettivo di chi gestisce la sanificazione scuola e negli ambienti scolastici è naturalmente quello di assicurare a tutti la maggiore salubrità, e per questo l’organizzazione delle operazioni di pulizia e sanificazione, già presente nella normale gestione dell’attività, è stata integrata per far fronte alla pandemia. Da parte dell’Inail sono state pubblicate delle istruzioni, racchiuse in un manuale, per una formazione mirata del personale riguardo all’uso delle attrezzature, dei materiali e dei dispositivi di protezione individuale.

Sanificazione per riapertura delle scuole

Le scuole italiane sono state le prime ad essere chiuse a causa della pandemia e le ultime a riaprire. In questi ambienti si corre un grande rischio di contagio proprio per la loro natura e quindi una attenta sanificazione è assolutamente necessaria. A causa del carattere dinamico e molto eterogeneo delle strutture scolastiche italiane, il fatto di mantenere il distanziamento non è sufficiente e la sanificazione è indispensabile per poter salvaguardare la salute di tutti, compresi anche i familiari degli studenti che frequentano le scuole.

Per avere la massima efficacia nella sanificazione negli ambienti scolastici il punto più importante riguarda la regolarità e costanza nel tempo delle operazioni di sanificazione. Anche riguardo a questo argomento è stato emesso un documento da parte dell’Inail nel quale sono contenute precise indicazioni sulla gestione scuole e sulle tempistiche da rispettare per assicurare la salubrità degli ambienti scolastici, sulla pianificazione delle attività e sulle regole dell’igiene che sono sempre valide anche per gli arredi scolastici, le attrezzature e gli strumenti di lavoro. Si parla quindi di sanificazione giornaliera nelle scuole.

Nel documento è stato anche ricordato che le operazioni di sanificazioni sono delle attività obbligatoria per gli istituti scolastici di tutti gli ordini e grado ed inoltre è una attività continuativa. Questa tipologia di programmazione è necessaria soprattutto per ridurre la possibilità di creazione di focolai di contagio e per ridurre la diffusione delle malattie. E’ quindi applicabile anche ad altri ambienti come la sanificazione palestre e bagni. 

Sanificazione scuola in presenza di casi di Covid

L’Istituto Superiore di Sanità ha fornito a tutte le scuole italiane, comprese quelle dell’infanzia, le indicazioni operative da attuare obbligatoriamente quando si verificano dei casi di covid, Quando un operatore scolastico oppure uno studente risulta positivo al Covid la scuola deve essere sottoposta immediatamente ad una sanificazione straordinaria. Questo vale se la persona positiva ha frequentato gli ambienti scolastici nei 7 giorni precedenti la scoperta della positività.

Il primo atto da compiere è quello della chiusura delle aree che la persona ha utilizzato e mantenerle in questo stato fino a quando l’operazione di sanificazione non sia stata completata. In queste aree si deve favorire la circolazione dell’area mediante l’apertura di porte e finestre e si deve poi effettuare la sanificazione con pulizia e disinfezione sia degli ambienti che delle superfici.  Inutile dire che la disposizione banchi scuola sicurezza deve essere rispettata pena sanzioni e denunce. Lo stesso vale per le zone comuni che sono state frequentate dalla persona positiva come ad esempio i bagni ed i locali mensa.

Nello stesso tempo si deve continuare con le operazioni ordinarie di sanificazione nelle scuole.